Ristorante La Taverna

Scoprite il piacere di una cucina autentica


Quella del ristorante La Taverna è una cucina che rispetta la stagionalità dei prodotti e i ritmi della natura, con la consapevolezza che solo da qui possono nascere piatti in grado di dare emozioni destinate a lasciare un ricordo.

 

Tutti i prodotti sono selezionati con attenzione, cultura e professionalità, privilegiando i migliori tra quelli naturali, locali, biologici e stagionali. Ogni prodotto viene poi interpretato con grazia e intuito dalla straordinaria creatività dello chef.

“Odio l’Estate…” cantava nel 1960 Bruno Martino.
Noi siamo certi che i nuovi menù de La Taverna aiuteranno ad allietare la calura e ad accompagnarvi durante le meritate pause  (cliccare i links per aprire i dettagli):

il MENU’ ESTATE “à la carte”
Un classico tra i classici, l’ospite può scegliere come meglio preferisce il suo percorso culinario, nessun binario, scelta libera. Gli ospiti che non gradiscono proteine animali potranno trovare dei piatti a loro dedicati.

“Degustazione ESTATE”
In questa proposta uniamo alcuni classici rivisitati (i garganelli e l’agnello) ad alcuni nuovi piatti di cui non vogliamo svelare nulla. Ingredienti freschi di stagione che vanno dalla terra al mare. Tutto ciò che serve per conoscere La Taverna al primo assaggio.

“Degustazione LESS IS MORE 2017”
All’esordio una selezione di piatti apparentemente semplici ma frutto di una ricerca “certosina” per togliere tutto il superfluo. Risvegliamo la memoria con i gusti dell’infanzia e la gola delle ricette tradizionali italiane reinterpretate dalla nostra Cucina.

Anche la nostra cantina si stà trasformando ed entro breve sarà pronta la nuova carta, nel frattempo però ecco alcuni consigli se si vuole rimanere in Regione:

Sauvignon – Miani – 2010 ; Oslavije – Radikon – 2002

Rosso Prelit – Damijan – 2001 ; Tazzelenghe – Viarte – 1994

Picolìt – Ronchi di Cialla – 2006

Oltre ai vini della regione, apprezziamo tutto ciò che è buono e fatto bene anche oltre confine, ad esempio…

La Clos de la coulée de Serrant – Nicolas Joly ; Fiano d’Avellino – Mastrobernardino – 1995

Echezeuax Grand Cru – Domaine Forey – 2014 ; Solaia – Marchesi Antinori – 1989